Esami diagnostici anche a mezzanotte. Tac, risonanze magnetiche e simili che si effettuano anche nel bel mezzo delle ore notturne, quando le persone e le macchine ora "riposano". E' la novitĂ  della sanitĂ  del Veneto, che verrĂ  seguita da altre regioni, per contrastare il fenomeno delle liste d'attesa. Esami diagnostici di diverso tipo potranno infatti essere fissati fino a mezzanotte, e non si tratta solo di indagini radiologiche ma
anche di controlli come eco-doppler o magari visite specialistiche. 
Ampliare alle ore serali l’orario per l’erogazione delle prestazioni ambulatoriali è “iniziativa certamente condivisibile" perché “soddisferebbe le richieste dei pazienti e ottimizzerebbe le risorse tecnologiche”, ma per “affrontare il problema vero delle liste di attesa occorre ben altro che qualche soluzione estemporanea”. Lo sostiene Alberto Villa, segretario della Fp-Cgil Lombardia.
"Ci chiediamo, però, come questa iniziativa potrà essere conciliata con quanto in questi anni è accaduto nel Servizio Sanitario Nazionale, a partire dai continui ridimensionamenti del personale e al contenimento delle risorse economiche. Per effettuare una tac a mezzanotte servono medici, tecnici e personale di supporto, nonché risorse economiche”.